AURICOLOTERAPIAODONTOIATRICA.IT


ENDODONZIA CHIRURGICA, LA PREPARAZIONE DELLA CAVITà RETROGRADA

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

Le punte da ultrasuoni vanno messe in perpendicolare rispetto alla superficie radicolare e parallelamente all’asse lungo della radice e solo dopo si possono attivare . 
Tali punte penetrano nel vecchio materiale da otturazione senza subire resistenza. 
Possono essere attivate all’interno del canale radicolare, e solo lì.
Inoltre è necessario disattivarle prima che  vengano  rimosse dal canale, per impedire graffi o altri danni alla superfice redicolare.
La rimozione della precedente otturazione retrograda in amalgama fallita è agevolata dall’uso  delle punte da ultrasuoni, che sono in grado di togliere la vecchia otturazione in un unico pezzo senza polvere e, quindi, senza rischi di tatuaggio. 
Quando vi è una radice che presenta canali multipli, Lo specialista di endodonzia chirurgica deve individuare l’istmo che deve essere deterso e incorporato nella preparazione della cavità retrograda. 
Se l’istmo non viene preparato o sigillato c’è rischio di fallimento. 
L’istmo, spesso è talmente minuto che, con il microscopio è anche complicato da osservare. 
Preparata a cavità retrograda attraverso  gli ultrasuoni, si valuta la sua interezza.
Se ci sono ancora frustoli, lo specialista di endodonzia chirurgica è legittimato a ricorrere nuovamente alle  punte da ultrasuoni, deve  irrigare ed analizzare  nuovamente  la preparazione.
 La cavità retrograda deve essere profonda 3 millimetri e deve avere   le pareti totalmente  libere dalla vecchia otturazione in guttaperca o dal vecchio cemento. 
Avere un  microscopio operatorio facilita l’esamina dettagliata  della preparazione della cavità retrograda.