AURICOLOTERAPIAODONTOIATRICA.IT


LE IMPRECISIONI DELLA TECNICA RADIOGRAFICA IN ENDODONZIA

Info

Category

Odontoiatra



Descrizione

I limiti della tecnica radiografica in endodonzia
Le imprecisioni della tecnica radiografica nell’endodonzia  sono ben documentate in letteratura. 1) E’ stato rilevato che un file introdotto nel canale e diagnosticato come corto rispetto all’apice radiografica, in realtà si estendeva oltre la punta della radice nel 33% dei casi in cui la radiografia era stata eseguita con la tecnica della bisettrice e nel 20% dei casi in cui era stata usata la tecnica dei raggi paralleli.
Stein et al.  hanno evidenziato che la distanza radiografica del file dal vertice apicale nell’endodonzia era di 0,7 mm più corta rispetto alla posizione effettiva del file e hanno suggerito che la distanza di lavoro dal vertice apicale sia inferiore di una misura compresa tra 1,5 e 2,0 mm per prevenire la sovrastrumentazione del canale. 
Ancora, sulla tematica dell’endodonzia, numerosi studi svolti hanno mostrato che la lunghezza canalare, determinata radiograficamente, varia significativamente rispetto al valore effettivo. Il medico che opera nel settore dell’endodonzia ,che si avvale solo di radiografie, può dunque incorrere frequentemente in errori. Si tenga anche presente che, nonostante esse costituiscano una parte critica e integrante della terapia endodontica, vi è la necessità di ridurre l’esposizione alle radiazioni ionizzanti ogni qual volta sia possibile.
Per questi e altri motivi sono stati introdotti i localizzatori apicali, che svolgono ormai un ruolo di primaria importanza in tale campo. Essi sono accurati, veloci e facili da usare e nell’85% dei casi permettono di effettuare, come minimo, una radiografia in meno. E comunque bene precisare che questi strumenti non possono essere considerati come un’alternativa alle tradizionali radiografie intraoperatorie, che rappresentano l’unico strumento mediante il quale gli specialisti dell’endodonzia possono ottenere indicazioni sulla complessità dell’anatomia canalare.